IL SOLOPATTINO NEL CODICE DELLA STRADA

IL SOLOPATTINO
NEL CODICE
DELLA STRADA
.

Il solopattino è già sulla strada, ma, al momento, non esistono ancora norme che regolino l’utilizzo e la circolazione dei Personal Transporter elettrici con una sola ruota.

È un mezzo completamente nuovo e la sua stessa definizione non è semplice: chi lo usa occupa lo stesso spazio di un pedone e ha una postura simile, ma si muove su un veicolo elettrico.

Nel Codice della Strada si parla unicamente di mezzi di locomozione a 2 o più ruote oppure di mezzi di accelerazione di andatura, che però non comprendono i mezzi elettrici ma unicamente quelli a spinta, ovvero a propulsione esclusivamente muscolare, come pattini e monopattini.

Tuttavia, è possibile fare riferimento a quanto normato per il Segway, che è il Personal Transporter da più tempo sul mercato e si basa sugli stessi principi di funzionamento del solopattino.

La Circolare prot. N. 0026702 del 20/03/2007 del Ministero dei Trasporti, Dipartimento dei trasporti terrestri, comunica che il Segway, per le proprie caratteristiche costruttive e di destinazione d’uso, non rientra tra gli acceleratori di andatura di cui ai commi 8 e 9 dell’art. 190 del CdS, in quanto è un mezzo non funzionante a propulsione esclusivamente muscolare.

La circolare precisa che può circolare su marciapiedi, aree pedonali e piste ciclabili, nel rispetto delle normative diffusamente spiegate nella circolare.

Il solopattino si basa sugli stessi principi del Segway, ha inoltre un minore peso e un minore ingombro (ridotto a quello della persona stessa): è dunque lecito dedurre che possa beneficiare delle stesse norme che regolano il Segway. Ci auguriamo quindi che siano presto definite leggi specifiche in grado di disciplinare l’uso di un mezzo che è già una forte realtà, sia in Italia che nel resto del mondo.

Il nostro ulteriore auspicio è che nel prossimo futuro il suo uso venga non solo normato ma anche agevolato in ragione della sua eco-sostenibilità.

Il solopattino può infatti essere considerato un mezzo che risponde agli obiettivi “di riduzione di costi economici, sociali e ambientali derivanti dal traffico veicolare, nonché di fluidità di circolazione anche mediante l’utilizzo di nuove tecnologie…”.

LEGGI IL MANAUALE D’USO E LASCIATI ANDARE, CON BUON SENSO.

Al momento, in assenza di regole chiare, non ci resta che usare la regola del buon senso per evitare di creare situazioni spiacevoli e rischiose per gli altri e per sé.

  • Leggere attentamente il manuale d’uso prima di utilizzare il solopattino.
  • Indossare sempre il caschetto e allacciarlo bene sotto il mento per proteggersi in caso di urti e cadute: non è obbligatorio, ma è bene usarlo.
  • Non circolare sulle carreggiate delle strade, perché si può essere di intralcio per gli altri veicoli, perché gli altri veicoli costituiscono un rischio per la propria sicurezza e perché il Codice della Strada vieta “la circolazione mediante tavole, pattini od altri acceleratori di andatura sulle carreggiate delle strade” (comma 8. Art 190).
  • Circolare negli spazi affollati da pedoni soltanto dopo aver acquisito una buona padronanza del solopattino.
  • Quando si circola nelle aree riservate ai pedoni, rispettare le norme che disciplinano il comportamento di tutti i pedoni e mantenere un’andatura moderata per non creare situazioni di pericolo.

OMOLOGAZIONE
E TARGA

Il solopattino non necessita né di omologazione né della targa per poter circolare, in quanto il Regolamento (UE) 168/2013 del Parlamento europeo, con la Direttiva 2002/24/CE, sancisce che l’omologazione si applica unicamente a veicoli a motore a due o tre ruote, destinati a circolare su strada (il solopattino non è destinato alla circolazione su strada), nonché alle loro componenti o entità tecniche.

Essa inoltre non si applica ai seguenti veicoli:

  • veicoli destinati ad essere condotti da pedoni;
  • veicoli concepiti essenzialmente per essere utilizzati fuori strada, per il tempo libero, con tre ruote simmetriche di cui una anteriore e le altre due posteriori.
mautic is open source marketing automation